L’inverno, si sa, è la stagione del riposo. La natura rallenta i suoi cicli, entra in una dormienza apparente per esplodere poi nella colorata e fiorita primavera. Tuttavia la “Fattoria del Parroco” serba per quest’inverno ben altri progetti. Abbiamo infatti deciso di rimodellare radicalmente l’orto della nostra azienda.
Orto sinergico, “a lasagna”, hugelkultur sono solo alcuni dei termini che designano un modo diverso di produrre cibo che si ispira fondamentalmente a due principi chiavi: la cooperazione e la bellezza.
L’idea è molto semplice: creare dei luoghi in cui le piante, i diversi elementi naturali, gli animali e l’uomo possano cooperare piuttosto che ostacolarsi reciprocamente. Dei luoghi dove la complessità non è confusione ma ricchezza, degli orti in cui meno si fa e meglio è per tutti. Per questo il suolo non viene assolutamente lavorato, per permettere alla microfauna di abitarlo ed arricchirlo, l’apporto idrico e di fertilizzante è ridotto grazie alla funzione di riserva dei materiali sottostanti ad esso (come legna, ramaglie, foglie secche e verdi, compost) e la convivenza delle piante orticole con aromatiche e fioriture crea ottimali condizioni di difesa da attacchi di parassiti. In questo modo l’orto non è più un campo di monocoltura ma si trasforma in un giardino, in cui alcune piante rimangono perennemente ed altre si avvicendano in funzione delle stagioni, un luogo bello e produttivo.
Noi della fattoria del parroco, siamo convinti che questa sfida valga lo sforzo di essere cominciata al più presto. La fase della progettazione è già partita, non rimane che rimboccarsi le maniche e mettersi al lavoro. La parte che più ci piace. Vi aspettiamo per raccontarvi meglio di questa nuova avventura, per mostrarvi lo stato dei lavori e per farvi assaggiare presto i frutti del nostro nuovo orto.

© 2019 Fattoria il Parroco
powered by Emag Design